martedì 15 giugno 2010

Italian for Dummies

Ecco le frasi indispensabili per vivere in Italia, in una piccola e comoda guida:

Parte il traversone: espressione tipica dei commentatori del giuoco del calcio per designare un passaggio tra due giocatori, che eventualmente può terminare con un goal.

Prova Costume:notizia di apertura del TG1. Indica che le donne che si apprestano ad andare in vacanza hanno comprato volutamente un costume di una taglia inferiore alla loro, e per entrarci mangiano una nota marca di cereali.

Esodo e controesodo: seconda notizia del TG1. Donne in forma per la prova costume (vedi voce) e uomini nervosi si mettono in macchina per raggiungere la loro meta di vacanza, e una settimana dopo, appena arrivati, si rimettono in viaggio per tornare a casa loro.

Campagna d'odio politicizzata: Un politico, di solito un premier abbastanza conosciuto, viene beccato colle mani in pasta in qualche fatto rilevante sotto l'aspetto politico e morale, a volte anche giuridico, e per difendersi scarica il barile sugli oppositori politici, che fino al momento prima trafficavano per i fatti propri, sperando a loro volta di non essere scoperti.

Cattocomunista: aggettivo attiribuito in tempi antichi all'opposizione (vedi voce). Nel linguaggio attuale viene accostato alla Costituzione della Repubblica qualora vieti alla classe dirigente di rovinare del tutto il Paese.

Opposizione: Partito politico non facente parte del governo e diversamente concorde

Stringere i cordoni della borsa: espressione indicante penuria di denaro nelle casse pubbliche ed alto tasso di debito pubblico, dovuto alle precedenti manovre demagogiche, grazie alle quali chi è povero deve affidarsi a Dio, perché lo stato ha da pagare le cambiali.

Tangentopoli: uno scandalo antichissimo, di cui quasi non si ha memoria, che comunque si è consluso e quindi non ha senso continuare a discuterne. A volte viene riportato alla luce dai cattocomunisti (vedi voce)

Trovare soluzioni largamente condivise
: mantra recitato dal grande vecchio dello stato conosciuto con diversi nomi tra cui Obliteratrice della Repubblica o Giorgio-firmottutto-Napolitano. In altri tempi indicava la ricerca della migliore soluzione possibile in Parlamento, ma nel linguaggio comune ha assunto la funzione di introdurre semplicemente un discorso.

Intese trasversali: arcaismo per cui diverse parti politiche sperano in un dialogo sulle questioni imporanti per il paese a prescindere dai loro interessi personali. Ha lo stesso significato di "trovare soluzione largamente condivise", (vedi voce) ma stavolta è pronunciato dal partito politico perdente dopo delle elezioni e nel linguaggio comune indica la speranza di prendere indebitamente parte ai meriti delle prossime scelte, qualora si rivelino corrette.

Ereditato dal precendente governo: espressione che scarica tutti i guai di un governo a quello precendente. Facendo un calcolo approssimato si è dedotto che la colpa del rapporto deficit-PIL dell'Italia sia attribuibile a Romolo Augustolo, ma queste stime non possono essere confermate a causa di una campagna d'odio politicizzata (vedi voce) organizzata dai seguaci di Odoacre in cui fu coinvolto l'imperatore in seguito allo scandalo "grandi truppe"

Ce lo impone l'Europa: significa che la comunità europea era vent'anni che chiedeva, gentilmente, di adeguarsi alle linee guide a cui l'italia, spontaneamente, ha aderito e che solo ora ha fatto sapere che qualora non ottemperasse agli impegni, spontaneamente presi, potrebbe incorrere in sanzione.

Le radici cristiane della nostra cultura
: espressione portata avanti oltre che dal clero anche da alcuni partiti politici quando devono giustificare ordinanze cittadine che vietano i Kebab in centro, le mosche a meno di 120 Km, i sushi bar oppure che promuovono simpatiche iniziative xenofobe e/o bigotte.

La stragrande maggioranza degli italiani: quantità non meglio precisata di cittadini che si riflette in uno 0,002% della popolazione reale.

Nessun commento: